No. 196

Titolo originale: Guerrilla Innovation

Pubblicato in: Business, Workflow & Tools

Scritto da Janice Gervais

In una cultura come quella di Google, si celebra l'avere del tempo pagato durante il quale innovare. Ma la maggior parte di noi non lavora in Google: la maggior parte di noi lavora in posti che sono molto meno che elettrizzati quando qualcuno ha una nuova brillante idea che potrebbe diventare incredibile.

Dopo tutto, chi ha il tempo di provare cose nuove quando le cose che stiamo facendo adesso non sono rotte? Nessuno vuole essere costretto ad usare un'altra app, ad avere un'altra cosa in cui doversi loggare solo per vederla morire in sei mesi.

Quindi, come si fa a farsi approvare un'idea? Come si può innovare se si lavora in un posto molto meno che innovativo?

Ci vuole più di una grande idea

Supponiamo che abbiate appena visto una demo di qualcuno che usa un prototyping tool come UXPin e avete questa visione grandiosa del vostro team che lo incorpora nel proprio processo di sviluppo. Vi rendete conto che con un tool come questo potete rapidamente mettere insieme dei concetti per un sito web e renderli reali a sufficienza per poter fare degli user test nel giro di due giorni! Sembra abbastanza irrinunciabile. Perché non l'avete mai usato?

Create un account e cominciate ad esplorare. È decisamente fantastico. Mettete insieme una demo e la condividete con il vostro team nella successiva riunione.

Il vostro entusiasmo viene completamente spento nel giro di cinque minuti.

“Sembra che ci sia un po' troppo lavoro extra.”

“Perché dovremmo creare un prototipo per poi riscriverlo tutto in codice?”

“Creiamolo semplicemente in Drupal.”

Coltello. Nel. Cuore.

Voi riuscite a vedere il valore del prodotto ma non avete fatto i passi necessari per inquadrare bene il problema che volete risolvere. Non avete davvero usato questo nuovo esaltante tool per costruire un'argomentazione attorno al valore che avrà per la vostra azienda.

Quindi, al momento, per i vostri collaboratori si tratta semplicemente di un altro oggetto luccicante. Nel mondo dello sviluppo web ogni due secondi appare un nuovo oggetto luccicante. Dovete sgobbare un po' per comprendere la differenza tra un oggetto luccicante che valga il tempo del vostro team e, beh, semplicemente un altro oggetto luccicante.

Tutti possono uscirsene con un'idea al volo o pensare di avere un momento “Oprah Aha!”, ma la vera innovazione richiede ore di lavoro, provare e riprovare, una gran quantità di determinazione e alcune tattiche di guerrilla furtiva.

Inquadrare il problema

Il primo passo nella guerrilla innovation è essere sicuri che si sta risolvendo il problema giusto. Solo perché la vostra idea è veramente incredibile non significa che fornirà valore autentico. Se non risolve un problema tangibile o non fornisce dei benefit tangibili, avete pochissime chance di convincere il vostro team e la vostra azienda.

L'essere “cool” di per sé non è abbastanza e “cool” lascia spazio a molte interpretazioni.

Inquadrare il problema vi permette di osservarlo da molte angolature e di vedere soluzioni diverse che potrebbero non esservi venute in mente.

Immergendovi in quelli che saranno l'impatto e gli effetti che avranno la vostra idea, comincerete a vedere il quadro generale della situazione e potreste addirittura decidere che, dopo tutto, la vostra idea non era così incredibile. Oppure, questa scoperta potrebbe portarvi a una soluzione diversa che sarà veramente innovativa e che vi cambierà la vita.

Cominciate dalla fine

Quando la vostra idea sarà implementata e tutto andrà secondo i piani, che benefici darà?

Fate un elenco delle persone che in teoria trarranno beneficio da questa idea. Scrivete chi sono e in che modo l'idea li aiuterà.

Torniamo al nostro esempio del tool di prototipazione. Chi ne trarrà il maggior beneficio? L'utente finale che sta cercando del contenuto specifico sul vostro sito web. Usando un tool di prototipazione potrete fare più user test all'inizio del processo, potendo così modificare e iterare sul vostro design a seconda del feedback e questo potrebbe migliorare l'esperienza generale del sito. Un'esperienza migliorata dovrebbe, idealmente, permettere ai visitatori di trovare più facilmente il contenuto che stanno cercando. Pertanto il contenuto sarà per loro più utile e utilizzabile.

Se i visitatori fanno un'esperienza migliore, questo potrebbe portare a un migliore conversion rate, il che a sua volta aiuterebbe gli obiettivi del vostro manager perché farebbe migliorare le vendite via web.

Tale benefit potrebbe inoltre estendersi a tutto il vostro team: uno strumento di prototipazione potrebbe migliorare la comunicazione tra il gruppo del marketing e quello dello sviluppo. Usare un prototyping tool aiuterebbe a visualizzare rapidamente le idee così che tutti possano vedere in che modo si sta evolvendo il sito. Potrebbero sollevarsi prima delle questioni da gestire. Un tool di prototipazione potrebbe essere proprio quello che serve perché tutti siano sempre aggiornati sui contenuti e sugli obiettivi identificati.

Identificate il vostro audience

I due top audience con il potenziale di trarre il maggior beneficio dalla vostra idea innovativa sono i vostri audience target. Se l'utente finale del sito web ne trarrà il maggior beneficio, allora quello è il vostro audience target primario. Se il vostro manager come conseguenza ne trae un beneficio, allora quello è il vostro pubblico target secondario.

Prendetevi del tempo per sviluppare una persona attorno ad ognuno dei vostri audience target più importanti. Una persona è un documento che riassume i trend di ricerca e i dati che sono stati raccolti riguardo ad un segmento chiave del pubblico. Sebbene una persona rappresenti un unica persona, non dovrebbe mai essere basato su un individuo reale, ma piuttosto dovrebbe essere un insieme di caratteristiche prese da molte persone nel mondo reale. Una persona è solitamente una pagina e include caratteristiche quali l'attitudine, gli obiettivi, il livello delle sue capacità, la sua occupazione e il suo background. Per maggiori informazioni sullo sviluppo di persona per migliorare la user experience, guardate su Usability.gov.

Quando, nei sei mesi successivi, sarete invischiati fino al collo in questa idea e i vostri colleghi si lamenteranno del carico di lavoro extra e voi vi chiederete perché mai avete deciso di fare tutto ciò, guarderete la lavagna bianca su cui avete disposto le vostre persona e vi ricorderete che loro sono il vostro pubblico target, non voi. Tutto questo lavoro extra è a beneficio loro.

Man mano che implementate un workflow usando uno strumento di prototipazione e si prende la decisione di fare solo un unico round di user test invece dei tre round di cui si era inizialmente discusso, potete far riferimento alle vostre persona e chiedervi chi trarrà beneficio da una decisione del genere. State risparmiando tempo per gli sviluppatori e gli stakeholder nel tentativo di mandare online il sito più in fretta? Oppure il pubblico target ne trarrà davvero beneficio?

Fate un pre-postmortem

Comprendere i rischi dell'innovazione non significa abbandonare la propria idea e lasciar perdere. Quando si comprendono gli ostacoli che si hanno di fronte, si può identificarli più facilmente e sviluppare delle soluzioni prima che avvengano dei potenziali fallimenti.

Un esercizio utile da fare è un postmortem report prima ancora di cominciare. Cominciate prevedendo le ragioni per cui il tool o il progetto non andranno bene, così da poter evitare tali trappole. Alcune domande che potreste porvi in un postmortem sono:

  • Chi era coinvolto nel progetto?
  • Cosa è andato bene nel progetto?
  • Cosa non è andato bene?
  • Cosa possiamo fare la prossima volta per migliorare i nostri risultati?

Con il nostro esempio del prototyping, una possibile ragione di fallimento potrebbe essere che il team non adotti lo strumento e che non prenda mai piede. Occorre che tutto il team si trovi allineato e utilizzi lo stesso workflow: la mancanza di adozione potrebbe essere deleteria per progredire.

Analizzate la situazione attuale

Che tipo di effetti state vedendo proprio ora a causa di questo problema che avete identificato? Raccogliete dei dati per provare che c'è davvero un problema da risolvere. Se l'help desk riceve continuamente chiamate da utenti che non riescono a trovare un pulsante specifico sul vostro sito, per esempio, allora avete delle prove di una cattiva user experience.

Fate delle ricerche

Chiedete ai vostri collaboratori cosa sanno del prototyping e se hanno mai sperimentato un tool di prototipazione.

Chiedete agli utenti finali un'opinione sui contenuti del sito. Raccogliete delle informazioni su quanto sia davvero cattiva l'esperienza utente.

Questo non è il momento di presentare la vostra idea. Siete completamente in modalità ascolto/osservazione. Tenete l'elevator pitch per dopo, quando avrete tutte le informazioni e sarete sicuri che questa sia la soluzione giusta ad un problema molto specifico e siete pronti a rispondere alle domande che verranno.

Valutate i vostri tool

Ci sono dei tool che usate adesso che sono simili al tool che state proponendo? Se sì, quali sono i loro vantaggi e svantaggi?

Prendete l'esempio di UXPin. Adesso il vostro team usa fogli di carta per fare i prototipi? Il graphic designer usa Photoshop quando inizia dai wireframe/prototipi prima di fare il layout ad alta risoluzione?

Avere pronta una lista dei pro e dei contro per i tool che state attualmente usando vi aiuterà a costruire un caso attorno al perché la vostra soluzione è superiore e mostrerà che avete fatto le vostre ricerche.

Tenete a bada il vostro ego

Analizzate le vostre motivazioni per voler introdurre un nuovo tool. Volete provare qualcosa di nuovo solo per prendere il controllo di una situazione? Se il graphic designer fa un buon lavoro usando Photoshop per sviluppare un prototipo ma voi non sapete come usare Photoshop, allora questa non è una buona ragione per provare un nuovo strumento.

Tuttavia, se avete un team di sei persone e solo una sa usare Photoshop, allora scegliere un tool più accessibile con una curva di apprendimento meno alta potrebbe essere la mossa giusta.

Esplorate altre soluzioni

Ci sono altri tool che risolverebbero il problema che avete scoperto? Se non c'è ancora spazio nel budget per UXPin, c'è qualcosa d'altro che può sostituirlo mentre cercate di provare il valore di questo tipo di tool? Potete usare i prototipi su carta per qualche mese mentre il team prende la mano con questa nuova parte del proprio workflow?

A volte, può essere positivo cominciare con qualcosa di meno complesso. Tutti sanno usare penna e carta, ma imparare un nuovo software può essere scoraggiante e richiedere molto tempo.

Pensate ancora che questa sia un'idea fantastica?

Adesso comprendete i benefici tangibili dell'implementazione di un'idea innovativa e sapete chi ne trarrà beneficio. Potete prevedere sia i vantaggi di implementarla sia i potenziali rischi della sua mancata implementazione.

Le vostre motivazioni sono buone, avete analizzato la vostra attuale situazione per strumenti o processi simili che potrebbero già essere in atto e avete esplorato altre potenziali soluzioni. Siete ben avviati alla creazione di un caso forte sulla vostra idea innovativa. A questo punto, ci avete messo molto tempo e sforzo per implementarla. Pensate ancora che sia una buona idea e siete ancora così esaltati come quando avete iniziato?

Se avete perso la motivazione e l'esaltazione a questo punto, o se non siete riusciti a visualizzare un qualsiasi vantaggio reale, potrebbe non valer la pena di implementare tale idea. Va bene così. Il modo in cui approderete a una grande idea è testando molte idee non così fantastiche finché non troverete quella giusta.

La vostra continua esaltazione e motivazione saranno necessarie quando comincerete ad implementare la vostra idea e a lavorare per ingraziarvi dei sostenitori.

Cominciate da poco e fallite appena possibile

Anche se siete piuttosto sicuri che questa idea sia fantastica, cominciate da poco e tenete la mente aperta. Vi verranno in mente un migliaio di domande mentre cominciate ad utilizzare il prodotto con utenti reali.

Mentre cominciate a fare un paio di test, usate parole come “esperimento” invece di “implementazione”, per lasciare spazio a errori e crescita. Volete sapere cosa non funzionerà così come volete sapere cosa funzionerà. E se qualcuno vi chiede cosa state facendo, suonerà molto più innocente dire che state facendo degli esperimenti che condividerete con il team piuttosto che dire che state implementando un tool di prototipazione nel vostro processo di web development.

Se attualmente state lavorando ad un progetto di un sito web, provate a creare una sola pagina usando il prototyping tool nel vostro tempo libero, non come parte del processo del progetto ufficiale. Vedete come va nel creare una sola pagina per ora. Ancora meglio, provate a fare un solo elemento della pagina, come l'header o la navigazione. Cominciando da poco avrete meno variabili da considerare. Ricordate, al momento state valutando il tool stesso, non necessariamente la user experience del vostro sito web.

Poi prendete il vostro prototipo e vedete che tipo di feedback ottenete testandolo con degli utenti finali reali.

Il prototipo è responsive? Che URL vi serve per accedervi? È stato facile mandare gli utenti a questo URL? Potete registrare i movimenti del mouse o i click? Vi può servire? Come documenterete il loro feedback sul sito? Sono stati in grado di usare il loro device o avete dovuto fornirne uno? Cosa farete con il feedback e le osservazioni che avete raccolto?

Fate molti piccoli esperimenti come questo, facendo degli aggiustamenti man mano, finché vi sentite più a vostro agio con il tool, le sue feature e i risultati che ottenete. La vostra sicurezza con il tool darà sicurezza anche al vostro team.

Non fatevi licenziare

Alla maggior parte delle aziende non interessa che i propri impiegati facciano ricerche durante le loro ore di lavoro in azienda. Sfortunatamente, ad alcuni interessa. La vostra sola opzione potrebbe essere quella di usare il vostro device durante la pausa pranzo o prima o dopo il lavoro.

Anche il vostro lavoro vi permette di fare ricerche e imparare durante le ore di lavoro, rispettate le ore di lavoro. Passare molti mesi di fila a iterare su un'idea potrebbe non essere positivo per la prossima revisione dipendenti. La 3M permette ai propri dipendenti di usare il 15% del loro tempo per concentrarsi sull'innovazione. Google è famoso per aver concesso il 20% del tempo lavorativo ai suoi impiegati per concentrarsi su idee innovative. Provate a misurare quanta percentuale del vostro tempo potete ragionevolmente passare sulla vostra ricerca senza trascurare il vostro lavoro reale.

Siate trasparenti in merito a quello che state facendo. Nasconderlo e avere un comportamento furtivo darà l'impressione sbagliata. Fate sapere al vostro capo che siete incuriositi da un nuovo tool e state facendo degli esperimenti per esplorarlo meglio. Curiosità, esperimento, esplorare: come ho suggerito prima, queste sono tutte parole sicure che non implicano nessun livello di impegno o pressione.

Trovate degli alleati

Presumibilmente avrete degli amici in ufficio: portateli fuori a pranzo e buttategli lì l'idea. Raccontategli degli esperimenti che state facendo e dei risultati che state ottenendo. Chiedetegli se vogliono vedere quello a cui state lavorando.

Potrebbe volerci un po' prima che qualcuno mostri interesse, ma non rinunciate se non vedete gli altri così entusiasti fin da subito e non insistete. Ricordate, volete che i vostri colleghi siano dalla vostra parte.

Inoltre, far rimbalzare la vostra idea sui vostri collaboratori è una buona pratica per dirlo al vostro capo. I vostri colleghi vi faranno sicuramente un sacco di domande a cui non avete ancora pensato ed esprimeranno dei punti di vista che non avete considerato.

Ascoltate le loro obiezioni e usate i loro dubbi per creare il vostro caso. Pensano che aggiungere un nuovo tool al workflow rallenterà il processo? Esplorate questo dubbio: la prossima volta che parlerete, offrite dei dati e degli insight sul fatto che quella supposizione potrebbe non essere vera.

Avere il proprio team dalla vostra parte vi servirà molto quando presenterete l'idea al vostro capo, ma non fatene un dramma se non lo sono. A volte, i nostri colleghi sono solo così spaventati dal cambiamento che nessuna quantità di dati li farà stare tranquilli. Probabilmente esprimeranno i propri dubbi quando solleverete l'idea di fronte al capo. Avere una risposta pronta vi farà apparire sicuri.

Ottenete il supporto del vostro boss

È ora di salire di livello. Per favore, non mettete insieme una presentazione gigante, non indossate il vostro miglior vestito e non parlate a ruota libera. Se la vostra esperienza sarà simile alla mia, passerete il resto della giornata piagnucolando nel bagno.

Una presentazione ricercata e completa può essere sgradevole. Vi fa sembrare come se aveste già risolto l'intero problema. Volete apparire aperti ai suggerimenti. Perché lo siete.

L'approccio

Conoscete la vostra relazione con il vostro capo - e come avvicinarlo - meglio di chiunque altro. Per me, il modo migliore è di aspettare il momento giusto e citare la nuova idea en passant. Siate pronti a mostrare tutto il vostro progresso e a fare una specie di proposta lì al momento. Fatela sembrare semplice e a basso rischio con i passi successivi ben chiari. Ho trovato vantaggioso parlare subito dei dubbi del team per mostrare il valore delle loro opinioni e dei loro spunti. I capi amano il lavoro di squadra.

Se non c'è un chiaro interesse da parte del vostro capo, chiedetegli quali altri dati o informazioni vorrebbero vedere per aiutare a supportare questa idea. Quali sono i loro dubbi o esitazioni?

A questo punto, considerate di chiedere il permesso di continuare a sperimentare ad un livello più ampio. La parola “implementare” fa davvero uscire di testa la gente. Sembra molto meno rischioso dire di voler provare un tool di prototipazione per tre mesi nel processo di web development piuttosto che implementarlo per sempre.

Perseverare

Se non potete seguire rigorosamente la vostra idea tanto a lungo da fare alcune ricerche ed esperimenti, perché dovrebbe farlo chiunque altro? Se vi sta davvero a cuore e riuscite a vedere che la vostra idea porterà un vero cambiamento nella vostra azienda o nel vostro ambiente di lavoro, tenete duro per il lungo termine.

Quando i graphic designer saranno d'accordo ad adottare UXpin come prototyping tool e il team della User Experience (se siete tanto fortunati da avere uno UX team... no, davvero, non sono gelosa) dice che lo proverà per i test con gli utenti finali, chiedete di far parte del processo. Chiedetegli di invitarvi alle sessioni di test con gli end user e alle design review con gli stakeholder.

Partecipate a quelle sessioni e riunioni mentre la vostra idea viene implementata così potete continuare a far riferimento alle vostre persona e ad essere sicuri che si prendano delle decisioni per i motivi giusti. In questo modo sarete in prima fila per vedere verificarsi il cambiamento positivo mentre guidate la vostra idea e il vostro duro lavoro verso qualcosa veramente innovativo.

Quando la vostra idea comincia a guadagnare terreno e i vostri esperimenti diventano procedimenti reali, completate le cose. Non date semplicemente via la vostra idea e sperate per il meglio come un bambino che aspetta lo scuola bus. Guidate quel dannato autobus.

Share/Save/Bookmark
 

Discutiamone

Ti sembra interessante? Scrivi tu il primo commento


Cenni sull'autore

Janice Gervais

Janice Gervais ha iniziato a lavorare come front-end web developer quando ancora le tabelle e i CSS inline erano cool. È una pensatrice “big picture” e negli ultimi otto anni ha gravitato attorno allo UX design e alla web strategy. Per lei, una buona giornata è una giornata con una pila di post-it e con un nuovo pennarello per la lavagna bianca e non rinuncia a un buon dibattito o a un donut ben fatto. Janice vive con la sua famiglia in Michigan e nei week-end fa finta di essere una contadina, prendendosi cura del suo giardino e delle sue galline.

Questo sito per poter funzionare utilizza i cookie. Per saperne di più visita la pagina relativa all' INFORMATIVA